SERIE D 2017-2018 – 6^ GIORNATA: IL PAGELLONE

COLOMBO 8: parate fantastiche salvarisultato a parte, è notevole la sua destezza nel fingere la legnata “presa”, tant’è che l’attaccante va addirittura a chiedere scusa. ALTRA CATEGORIA

CALLONI 7.5: pilastro della retroguardia amministra e detta i tempi ai compagni. Arriva a quota 7 nella collezione di tibie sacagnate. CAPITANO

RIZZO 7,5: stravince la sfida con il suo ex compagno, gli ruba: palloni, parastinchi, braccialetti e soprattutto le scarpette (finalmente un paio nuovo). ILLEGALE

OTTOBONI 7: preciso dietro e pungente in avanti. Stravince la sfida con Calloni arrivando a 17 denti scheggiati da aggiungere alla collezione, e ringrazia il portiere avversario. ASSASSINO

INCARBONE 8: fenomenale il folletto ucraino che da buon venditore di castagne, ne piazza 2 in porta firmando l’allungo decisivo. TAGLIERINO

ANNEDDA 8,5: colui che inventó il tunnel nel 1998 non delude le attese e firma la tripletta. Visitato a fine partita dal dott. Ravasi causa la notevole quantità di colla presente sulla suola dei suoi piedi. DOPATO

SESTO 6,5: partita arcigna quella del bomber bustocco che, colpita una clamorosa traversa, decide di mangiarsela a fine partita. AFFAMATO

RAVASI 7: gioca poco ma con intelligenza e fame di palloni. Non ammazza nessuno a fine gara lasciando increduli tutti i suoi compagni. EDUCATO

FRANCICA 6,5: fa del contromovimento la sua arma migliore, esagera a Lainate e si smarca anche da se stesso. TROTTOLA

MASIERO 7,5: esaltato dal gol del pari prova ogni tipo di giocata… veroniche, suolate, doppi passi e rabone… poi si ricorda di essere coordinato come Galante e torna a sparare bordate da ogni dove. GASATO

GIOLI 9: le birre portate a Sacconago funzionano, gasatissimo dalla tribuna incoraggia i suoi promettendo una trasferta a Lugano! VERO DS

TAJANA 7,5: astuto il mister che con la scusa del caldo sfoggia un’attilata maglia nera con tanto di seconda di seno, distraendo gli avversari. CARICHISSIMO

TRIPODI/MACCHI 7: con molta cautela continuano a dirigere le rimesse laterali a favore nostro, promettendo all’arbitro due bistecche di cinghiale fresco cacciato da Greco. MOGGI E GIRAUDO

This Post Has Been Viewed 19 Times

Lascia un commento

(required)

(richiesto)

Our Partners